Progetto Vasquez (8)Forse ti ricorderai di questa fantastica Honda CB750 Nighthawk Cafè Racer? In caso contrario, dovresti davvero dare un'occhiata. È stato costruito da Industrial Moto e ci mostra di cosa sono capaci questi ragazzi. Il loro ultimo progetto si chiama "Project Vasquez" ed è basato su una Yamaha XV. Il progetto Vasquez di Industrial Moto è stato realizzato su commissione per un cliente in Ohio. Gli spunti di design per questa bici sono stati derivati ​​dal grosso fucile portato da un personaggio chiamato "Vasquez" nel film originale di Aliens. Nel complesso, il design è più tradizionale Café Racer rispetto alle precedenti versioni di Industrial Moto.

Progetto Vasquez (7)

A partire da una Yamaha Virago degli anni '1980, Industrial Moto ha convertito le sospensioni utilizzando le forcelle GSX-R e l'ammortizzatore posteriore. Saranno forniti due sedili che il cliente può cambiare facilmente, insieme a pedane passeggero per la guida in due. Il serbatoio è stato spogliato fino al metallo nudo e rifinito con una spazzola metallica, quindi scritte e strisce sono state incise con la sabbiatrice. Solo il cliente conosce il significato del logo "Racer 74", ma riteniamo che il risultato finale sia piuttosto buono.

Molte parti fatte a mano sono state inserite in questa bici. La piastra forcella superiore, il controtelaio, i supporti della sella, lo scarico e le pedane sono stati realizzati internamente. Il silenziatore è un'unità unica costruita per adattarsi alla forma dell'albero superiore. I posti sono stati forniti da Tuffside e l'impianto elettrico è controllato da un'unità Moto Gadgets m. Anche la verniciatura a polvere e la verniciatura vengono eseguite internamente. Ogni testa di dado e bullone esposta è verniciata a polvere per adattarsi alla combinazione di colori.

Questa è la prima moto industriale di Moto ad essere dotata di telecamere anteriori e posteriori. La telecamera posteriore e l'unità di controllo sono montate sotto il sedile, con la telecamera anteriore montata sotto l'albero inferiore. Gli specchietti del manubrio e gli indicatori di direzione mantengono la parte anteriore ordinata e la striscia LED del freno / indicatore fornisce un aspetto pulito nella parte posteriore.

Segui Industrial Moto

Web | Instagram | Facebook

Progetto Vasquez (10) Progetto Vasquez (9) Progetto Vasquez (6) Progetto Vasquez (5) Progetto Vasquez (4) Progetto Vasquez (3) Progetto Vasquez (2) Progetto Vasquez (1)

By Pubblicato il: 27 novembre 2017Categorie: Cafe Racer Commenti su Yamaha XV “Progetto Vasquez” di Industrial MotoTag: , 2.1 min lettoVisualizzazioni: 574

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

tag

Progetto Vasquez (8)Forse ti ricorderai di questa fantastica Honda CB750 Nighthawk Cafè Racer? In caso contrario, dovresti davvero dare un'occhiata. È stato costruito da Industrial Moto e ci mostra di cosa sono capaci questi ragazzi. Il loro ultimo progetto si chiama "Project Vasquez" ed è basato su una Yamaha XV. Il progetto Vasquez di Industrial Moto è stato realizzato su commissione per un cliente in Ohio. Gli spunti di design per questa bici sono stati derivati ​​dal grosso fucile portato da un personaggio chiamato "Vasquez" nel film originale di Aliens. Nel complesso, il design è più tradizionale Café Racer rispetto alle precedenti versioni di Industrial Moto.

Progetto Vasquez (7)

A partire da una Yamaha Virago degli anni '1980, Industrial Moto ha convertito le sospensioni utilizzando le forcelle GSX-R e l'ammortizzatore posteriore. Saranno forniti due sedili che il cliente può cambiare facilmente, insieme a pedane passeggero per la guida in due. Il serbatoio è stato spogliato fino al metallo nudo e rifinito con una spazzola metallica, quindi scritte e strisce sono state incise con la sabbiatrice. Solo il cliente conosce il significato del logo "Racer 74", ma riteniamo che il risultato finale sia piuttosto buono.

Molte parti fatte a mano sono state inserite in questa bici. La piastra forcella superiore, il controtelaio, i supporti della sella, lo scarico e le pedane sono stati realizzati internamente. Il silenziatore è un'unità unica costruita per adattarsi alla forma dell'albero superiore. I posti sono stati forniti da Tuffside e l'impianto elettrico è controllato da un'unità Moto Gadgets m. Anche la verniciatura a polvere e la verniciatura vengono eseguite internamente. Ogni testa di dado e bullone esposta è verniciata a polvere per adattarsi alla combinazione di colori.

Questa è la prima moto industriale di Moto ad essere dotata di telecamere anteriori e posteriori. La telecamera posteriore e l'unità di controllo sono montate sotto il sedile, con la telecamera anteriore montata sotto l'albero inferiore. Gli specchietti del manubrio e gli indicatori di direzione mantengono la parte anteriore ordinata e la striscia LED del freno / indicatore fornisce un aspetto pulito nella parte posteriore.

Segui Industrial Moto

Web | Instagram | Facebook

Progetto Vasquez (10) Progetto Vasquez (9) Progetto Vasquez (6) Progetto Vasquez (5) Progetto Vasquez (4) Progetto Vasquez (3) Progetto Vasquez (2) Progetto Vasquez (1)

By Pubblicato il: 27 novembre 2017Categorie: Cafe Racer Commenti su Yamaha XV “Progetto Vasquez” di Industrial MotoTag: , 2.1 min lettoVisualizzazioni: 574

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

tag