Sorrisi per miglio
Quando Royal Enfield ha liberato i suoi 650 gemelli nel mondo, nessuno si aspettava che avrebbero conquistato il mondo dalla tempesta. Era ed è ancora la bici che i proprietari di Royal Enfield desideravano. Non solo, il design classico dei gemelli ha rubato il cuore a molti motociclisti vecchi e nuovi, me compreso! Royal Enfield ha dimostrato che più potenza e un prezzo più alto non significano automaticamente più sorrisi per miglio. Molte riviste motociclistiche hanno assegnato all'Interceptor 650 il premio "Moto dell'anno" proprio per questo motivo.

Scelta dei costruttori
La semplicità della Royal Enfield 650 parla a molti, soprattutto in un'epoca in cui sempre più motociclette sono intrise di tecnologia e computer. Non fraintendetemi, non siamo contro le bici hi-tech, ma l'esperienza senza fronzoli e senza fronzoli supera ogni giorno la tecnologia, soprattutto se si adoro lavorare sulla tua moto.

Pedigree da corsa
Poi c'è Pepo Rosell. Se non sai chi è, assicurati di farlo dai un'occhiata ad alcuni degli articoli che abbiamo scritto prima. Il francese, che vive in Spagna da molto tempo, è noto per i suoi progetti radicali; un artigiano di primo grado. Pepo mantiene un approccio quasi scientifico alla costruzione di motociclette. E quando diciamo build, intendiamo BUILD, come in, da zero. Anche Pepo ha una passione per le corse, quindi non sorprende che la maggior parte delle sue costruzioni siano ispirate alle corse, spesso repliche di vere macchine da corsa.

Replica
Tutti concordano sul fatto che la Continental GT 650 non sia la bici più veloce o più sportiva in circolazione. La maneggevolezza è buona e la potenza è più che adeguata. Quello che vediamo qui oggi sembra completamente diverso da quello. La "Lilith", come Pepo ha soprannominato questa build, sembra appena uscita da una pista negli anni '1970/'80. Probabilmente anche una pista da strada! Quando dai un'occhiata all'ampio elenco di modifiche di seguito, è chiaro che è stata dedicata un'incredibile quantità di lavoro. Questo non è un café racer; questo è un RACER!

Lavoro manuale
Alcune delle modifiche che risaltano subito devono essere il cupolino con i doppi fari sporgenti, proprio come le vecchie moto da corsa. Il serbatoio del carburante con il sistema di rifornimento rapido non ha solo un aspetto cattivo, ma ha anche una funzione. È realizzato in fibra di vetro ed è, ovviamente, fatto a mano. Neat feat è la "finestra" dell'indicatore di livello del carburante sul lato, che consente una rapida visualizzazione dei livelli di carburante. Ci sono un sacco di dettagli che compaiono più a lungo guardi la GT. Un altro esempio delle abilità di Pepo è l'esclusiva sella da corsa singola/doppio. Poi c'è quella bella vernice rossa. Niente urla più velocità di quel colore rosso brillante.

Ci piace molto il modo in cui è venuta fuori questa Continental GT e ci piacerebbe ascoltarla e vederla nella vita reale. Nel frattempo, dovremo accontentarci delle splendide immagini che ci sono state inviate dalla Spagna. salve!

IMMAGINI di Belen Piqueras

Elenco mod:

  • Serbatoio carburante XTR in fibra di vetro con indicatore livello carburante
  • Tappo benzina ACC Endurance
  • Controtelaio modificato
  • Sella XTR Solo/Doppio (design XTR)
  • Sedile imbottito XTR
  • Luce posteriore XTR
  • Indicatori di direzione a led XTR
  • Supporto targa XTR
  • Ammortizzatori posteriori regolabili YSS
  • Silenziatori Turbokit Megaphone
  • Linee di scarico accorciate
  • Tendicatena in alluminio CNC RIGA
  • Pedane e staffe K-Speed
  • Cerchi in alluminio da 17″
  • Filtro dell'aria DNA
  • Acceleratore rapido DOMINO
  • Clip on XTR lavorate
  • Estremità della barra lavorate XTR
  • CNC RIGA alluminio lavorato CNC giogo superiore
  • Indicatore temperatura olio RR
  • Cupolino e parabrezza XTR
  • Leve freno e frizione regolabili lavorate CNC XTR
  • BREMBO Pompa freno anteriore oro
  • Luci di durata XTR
  • Specchietti HIGHSIDE
  • Parafango anteriore e supporto modificati
  • Batteria FULBAT LIPO
  • Pittura ARTENRUTA

Dettagli del costruttore:
XTR Pepò
Sito web
Instagram
Facebook

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Adnane Bensala

Adnane Bensalah è un appassionato di moto di prim'ordine. Da quando, all'età di 13 anni, ha recuperato con il fratello una Gilera Citta fuori uso, il suo amore per i veicoli a due ruote con motore a combustione non ha fatto che crescere. Da quel giorno in poi, guidare e girare in motocicletta è tutto ciò a cui riesce a pensare. Dopo aver conseguito una laurea in ingegneria aerospaziale, Adnane ha finito per lavorare per un'importante compagnia petrolifera e del gas. Questo gli ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e incontrare persone di ogni estrazione sociale. Adnane ama interagire con le persone e ama ancora di più condividere le sue esperienze. Adnane si definisce un "motociclista" invece di "motociclista", perché pensa che suoni stravagante. Ha posseduto più di una dozzina di motociclette in diverse categorie, ma la sua vera passione sono le moto retrò, le café racer e le scrambler. La filosofia di Adnane è che qualsiasi moto può essere considerata perfetta, tutto dipende dalle dimensioni del tuo sorriso quando la guidi. Avendo lavorato lui stesso su molte moto, Adnane è un vero autodidatta e si è formato come meccanico. “Chiunque può smontare un motore, ma rimontarlo in condizioni di funzionamento è questo che fa la differenza.” Forse è per questo che gli piace scrivere di costruzioni di biciclette e delle persone dietro di loro. Adnane possiede una Moto Guzzi V7 Special per un giro quotidiano, una Royal Enfield Classic 500 che è stata messa a punto per correre.

Lascia un commento

tag

Sorrisi per miglio
Quando Royal Enfield ha liberato i suoi 650 gemelli nel mondo, nessuno si aspettava che avrebbero conquistato il mondo dalla tempesta. Era ed è ancora la bici che i proprietari di Royal Enfield desideravano. Non solo, il design classico dei gemelli ha rubato il cuore a molti motociclisti vecchi e nuovi, me compreso! Royal Enfield ha dimostrato che più potenza e un prezzo più alto non significano automaticamente più sorrisi per miglio. Molte riviste motociclistiche hanno assegnato all'Interceptor 650 il premio "Moto dell'anno" proprio per questo motivo.

Scelta dei costruttori
La semplicità della Royal Enfield 650 parla a molti, soprattutto in un'epoca in cui sempre più motociclette sono intrise di tecnologia e computer. Non fraintendetemi, non siamo contro le bici hi-tech, ma l'esperienza senza fronzoli e senza fronzoli supera ogni giorno la tecnologia, soprattutto se si adoro lavorare sulla tua moto.

Pedigree da corsa
Poi c'è Pepo Rosell. Se non sai chi è, assicurati di farlo dai un'occhiata ad alcuni degli articoli che abbiamo scritto prima. Il francese, che vive in Spagna da molto tempo, è noto per i suoi progetti radicali; un artigiano di primo grado. Pepo mantiene un approccio quasi scientifico alla costruzione di motociclette. E quando diciamo build, intendiamo BUILD, come in, da zero. Anche Pepo ha una passione per le corse, quindi non sorprende che la maggior parte delle sue costruzioni siano ispirate alle corse, spesso repliche di vere macchine da corsa.

Replica
Tutti concordano sul fatto che la Continental GT 650 non sia la bici più veloce o più sportiva in circolazione. La maneggevolezza è buona e la potenza è più che adeguata. Quello che vediamo qui oggi sembra completamente diverso da quello. La "Lilith", come Pepo ha soprannominato questa build, sembra appena uscita da una pista negli anni '1970/'80. Probabilmente anche una pista da strada! Quando dai un'occhiata all'ampio elenco di modifiche di seguito, è chiaro che è stata dedicata un'incredibile quantità di lavoro. Questo non è un café racer; questo è un RACER!

Lavoro manuale
Alcune delle modifiche che risaltano subito devono essere il cupolino con i doppi fari sporgenti, proprio come le vecchie moto da corsa. Il serbatoio del carburante con il sistema di rifornimento rapido non ha solo un aspetto cattivo, ma ha anche una funzione. È realizzato in fibra di vetro ed è, ovviamente, fatto a mano. Neat feat è la "finestra" dell'indicatore di livello del carburante sul lato, che consente una rapida visualizzazione dei livelli di carburante. Ci sono un sacco di dettagli che compaiono più a lungo guardi la GT. Un altro esempio delle abilità di Pepo è l'esclusiva sella da corsa singola/doppio. Poi c'è quella bella vernice rossa. Niente urla più velocità di quel colore rosso brillante.

Ci piace molto il modo in cui è venuta fuori questa Continental GT e ci piacerebbe ascoltarla e vederla nella vita reale. Nel frattempo, dovremo accontentarci delle splendide immagini che ci sono state inviate dalla Spagna. salve!

IMMAGINI di Belen Piqueras

Elenco mod:

  • Serbatoio carburante XTR in fibra di vetro con indicatore livello carburante
  • Tappo benzina ACC Endurance
  • Controtelaio modificato
  • Sella XTR Solo/Doppio (design XTR)
  • Sedile imbottito XTR
  • Luce posteriore XTR
  • Indicatori di direzione a led XTR
  • Supporto targa XTR
  • Ammortizzatori posteriori regolabili YSS
  • Silenziatori Turbokit Megaphone
  • Linee di scarico accorciate
  • Tendicatena in alluminio CNC RIGA
  • Pedane e staffe K-Speed
  • Cerchi in alluminio da 17″
  • Filtro dell'aria DNA
  • Acceleratore rapido DOMINO
  • Clip on XTR lavorate
  • Estremità della barra lavorate XTR
  • CNC RIGA alluminio lavorato CNC giogo superiore
  • Indicatore temperatura olio RR
  • Cupolino e parabrezza XTR
  • Leve freno e frizione regolabili lavorate CNC XTR
  • BREMBO Pompa freno anteriore oro
  • Luci di durata XTR
  • Specchietti HIGHSIDE
  • Parafango anteriore e supporto modificati
  • Batteria FULBAT LIPO
  • Pittura ARTENRUTA

Dettagli del costruttore:
XTR Pepò
Sito web
Instagram
Facebook

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Adnane Bensala

Adnane Bensalah è un appassionato di moto di prim'ordine. Da quando, all'età di 13 anni, ha recuperato con il fratello una Gilera Citta fuori uso, il suo amore per i veicoli a due ruote con motore a combustione non ha fatto che crescere. Da quel giorno in poi, guidare e girare in motocicletta è tutto ciò a cui riesce a pensare. Dopo aver conseguito una laurea in ingegneria aerospaziale, Adnane ha finito per lavorare per un'importante compagnia petrolifera e del gas. Questo gli ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e incontrare persone di ogni estrazione sociale. Adnane ama interagire con le persone e ama ancora di più condividere le sue esperienze. Adnane si definisce un "motociclista" invece di "motociclista", perché pensa che suoni stravagante. Ha posseduto più di una dozzina di motociclette in diverse categorie, ma la sua vera passione sono le moto retrò, le café racer e le scrambler. La filosofia di Adnane è che qualsiasi moto può essere considerata perfetta, tutto dipende dalle dimensioni del tuo sorriso quando la guidi. Avendo lavorato lui stesso su molte moto, Adnane è un vero autodidatta e si è formato come meccanico. “Chiunque può smontare un motore, ma rimontarlo in condizioni di funzionamento è questo che fa la differenza.” Forse è per questo che gli piace scrivere di costruzioni di biciclette e delle persone dietro di loro. Adnane possiede una Moto Guzzi V7 Special per un giro quotidiano, una Royal Enfield Classic 500 che è stata messa a punto per correre.

Lascia un commento

tag