Madrid a Barcellona
Lo scorso inverno sono partito per un viaggio di lavoro in Spagna.
Se devi viaggiare e lavori per BikeBrewers, cos'altro puoi fare se non "guidare sempre con stile"?
Partendo dalla piovosa Madrid e diretti verso la soleggiata Barcellona, ​​seguita da Valencia ed Elche (una piccola città vicino ad Alicante) ancora più soleggiate. Dopodiché torna di nuovo a Madrid. Circa 2.000 km in 6 giorni con due giornate intere di incontri a Barcellona.

Corsa invernale
Per questo tipo di chilometraggio e in pieno inverno, dovevo essere intelligente riguardo al viaggio che stavo per scegliere e ho deciso di esaminare il segmento dei tour.
Ma cos'è una moto da turismo se posso chiedere?
Una bici da turismo è costruita per percorrere strade aperte e spesso ha un motore molto potente con molto spazio e protezione. Più forte è il motore, più facile è trasportare il peso poiché queste bici tendono ad essere grandi e pesanti!

Amiamo l'indiano
Fortunatamente a BikeBrewers abbiamo un ottimo rapporto con Motocicli indiani e da un anno provo le moto per la loro divisione spagnola. Ho attraversato la gamma FTR 2019 e ho persino provato il loro incrociatore personalizzato Springfield con il suo motore mostruoso da 1800 cc.
Quindi, spiegando il mio viaggio, si sono gentilmente offerti di prestarmi una grande moto con un grande motore.
Mi è stata assegnata la sfida definitiva o, meglio ancora, il massimo piacere che spinge il nuovo scultoreo Roadmaster Dark Horse del 2021 che indossa il suo abito molto scuro e un complemento completo di attrezzature da turismo tra cui cruise control, sospensioni posteriori monoammortizzatore regolabili ad aria, Apple Carplay e tre valigie grandi (capacità totale: 142 litri).
Puro lusso per un lungo viaggio!

Big Boy
Tuttavia, la parte migliore dell'Indian Roadmaster 2021 è il suo motore migliorato con il nuovo Thunder Stroke 116ci (1,890 cc). Una centrale elettrica che ha lo scopo di mantenere alti i livelli di potenza di fronte a requisiti di emissioni più restrittivi!
Sul banco prova Jett Tuning, questo aumento di volume di circa il 5 percento ha portato a una maggiore potenza alla ruota posteriore, per un totale di 75.9 cavalli a 4,200 giri / min e 105.8 Nm di coppia a 2,000 giri / min incredibilmente bassi -. Parla di un estrattore di ceppi! Sì amico!

Vieni pioggia, vieni splendore
Sono partito da Madrid in una domenica piovosa e ho percorso oltre 500 km senza sosta. Il Thunder Stroke 116 ha un surplus di potenza con una grande sensazione di polso e un rombo enormemente soddisfacente!
Il Roadmaster può effettuare un passaggio veloce con un solo downshift. Il cambio del cambio a 6 marce è pulito con un deciso “tonfo” di marcia che è comune ai grandi motori bicilindrici a V.
Con la sua moderna carenatura aerodinamica e il parabrezza elettrico, ero completamente protetto dalla pioggia e sono andato a Barcellona abbastanza comodamente, sorridendo sempre e ascoltando il fantastico set audio.

Riunioni, riunioni sanguinose
Mentre lavoravo per Barcellona, ​​ero un po 'titubante nell'usare il Roadmaster nelle strade trafficate della capitale catalana con i suoi 421 kg e il motore enorme che generava molto calore. Ma hey, non sono venuto fin qui per muovermi a piedi.
Con mia grande sorpresa, è stato un vero spasso! Il Thunder Stroke ha una disattivazione del cilindro posteriore progettata per ridurre il calore del motore e dello scarico quando il motore si surriscalda e la moto è ferma. Così poco calore lì.
Il Roadmaster è inoltre dotato del sistema di infotainment Ride Command altamente funzionale e super facile da usare di Indian e del suo touchscreen da 7 pollici adatto ai guanti, navigazione, Bluetooth e audio gigawatt con quattro altoparlanti. Ha anche un'antenna FM che trovo divertente per il 21 ° secolo.

Di nuovo in viaggio
Dopo alcuni giorni, ho lasciato Barcellona per scendere a sud attraverso la costa mediterranea attraverso la famosa strada panoramica chiamata "El Garraf", una piccola strada tortuosa che ti porta su per le scogliere e le colline nel parco naturale del Garraf.
Questo Roadmaster ha un appetito per le curve grazie al suo telaio in alluminio e al baricentro basso.

Durante il resto del viaggio, ho percorso principalmente strade secondarie godendomi il contorto scenario spagnolo. Queste strade sono una vera delizia perché sono deserte. Per fortuna la maggior parte delle autostrade spagnole sono a pagamento, quindi nessun incentivo per gli automobilisti a cercare alternative, lasciando a noi motociclisti le strade secondarie!
Mi è piaciuto molto l'Indian Roadmaster durante questo viaggio con il suo ride-by-wire e tre modalità di guida (Tour, Standard, Sport). Non ho mai sentito il bisogno di guidare in qualcosa di diverso dalla modalità Sport, che fornisce un'ottima risposta dell'acceleratore sormontata da un sistema audio più profondo ... sempre molto soddisfacente!

Posto caldo
Ho avuto un po 'di caldo verso la fine del viaggio, quindi ho deciso di utilizzare le virtù del nuovo sedile ClimaCommand Rogue. Che tu ci creda o no, puoi sia riscaldare che raffreddare, basta comporre le tue esigenze. Alcuni minuti dopo, sentirai i benefici del controllo della temperatura per il comfort del sedere.

Con le finiture oscurate, quel ruvido aspetto americano e il giusto cromo, il Roadmaster Dark Horse conferisce un atteggiamento moderno ma aggressivo al segmento dei touring premium di Indian Motorcycle.

Se potessi avere una bici per ciascuna delle mie esigenze, la Roadmaster sarebbe sicuramente una delle mie bici da turismo.

Ringraziamenti speciali a: Indian Motorcycles Spagna

Fotografia: Gonzalo Mártin aka enigma

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

Per motivi di sicurezza, è richiesto l'uso del servizio reCAPTCHA di Google, soggetto a Google Informativa sulla Privacy ed Condizioni d'uso.

tag

Madrid a Barcellona
Lo scorso inverno sono partito per un viaggio di lavoro in Spagna.
Se devi viaggiare e lavori per BikeBrewers, cos'altro puoi fare se non "guidare sempre con stile"?
Partendo dalla piovosa Madrid e diretti verso la soleggiata Barcellona, ​​seguita da Valencia ed Elche (una piccola città vicino ad Alicante) ancora più soleggiate. Dopodiché torna di nuovo a Madrid. Circa 2.000 km in 6 giorni con due giornate intere di incontri a Barcellona.

Corsa invernale
Per questo tipo di chilometraggio e in pieno inverno, dovevo essere intelligente riguardo al viaggio che stavo per scegliere e ho deciso di esaminare il segmento dei tour.
Ma cos'è una moto da turismo se posso chiedere?
Una bici da turismo è costruita per percorrere strade aperte e spesso ha un motore molto potente con molto spazio e protezione. Più forte è il motore, più facile è trasportare il peso poiché queste bici tendono ad essere grandi e pesanti!

Amiamo l'indiano
Fortunatamente a BikeBrewers abbiamo un ottimo rapporto con Motocicli indiani e da un anno provo le moto per la loro divisione spagnola. Ho attraversato la gamma FTR 2019 e ho persino provato il loro incrociatore personalizzato Springfield con il suo motore mostruoso da 1800 cc.
Quindi, spiegando il mio viaggio, si sono gentilmente offerti di prestarmi una grande moto con un grande motore.
Mi è stata assegnata la sfida definitiva o, meglio ancora, il massimo piacere che spinge il nuovo scultoreo Roadmaster Dark Horse del 2021 che indossa il suo abito molto scuro e un complemento completo di attrezzature da turismo tra cui cruise control, sospensioni posteriori monoammortizzatore regolabili ad aria, Apple Carplay e tre valigie grandi (capacità totale: 142 litri).
Puro lusso per un lungo viaggio!

Big Boy
Tuttavia, la parte migliore dell'Indian Roadmaster 2021 è il suo motore migliorato con il nuovo Thunder Stroke 116ci (1,890 cc). Una centrale elettrica che ha lo scopo di mantenere alti i livelli di potenza di fronte a requisiti di emissioni più restrittivi!
Sul banco prova Jett Tuning, questo aumento di volume di circa il 5 percento ha portato a una maggiore potenza alla ruota posteriore, per un totale di 75.9 cavalli a 4,200 giri / min e 105.8 Nm di coppia a 2,000 giri / min incredibilmente bassi -. Parla di un estrattore di ceppi! Sì amico!

Vieni pioggia, vieni splendore
Sono partito da Madrid in una domenica piovosa e ho percorso oltre 500 km senza sosta. Il Thunder Stroke 116 ha un surplus di potenza con una grande sensazione di polso e un rombo enormemente soddisfacente!
Il Roadmaster può effettuare un passaggio veloce con un solo downshift. Il cambio del cambio a 6 marce è pulito con un deciso “tonfo” di marcia che è comune ai grandi motori bicilindrici a V.
Con la sua moderna carenatura aerodinamica e il parabrezza elettrico, ero completamente protetto dalla pioggia e sono andato a Barcellona abbastanza comodamente, sorridendo sempre e ascoltando il fantastico set audio.

Riunioni, riunioni sanguinose
Mentre lavoravo per Barcellona, ​​ero un po 'titubante nell'usare il Roadmaster nelle strade trafficate della capitale catalana con i suoi 421 kg e il motore enorme che generava molto calore. Ma hey, non sono venuto fin qui per muovermi a piedi.
Con mia grande sorpresa, è stato un vero spasso! Il Thunder Stroke ha una disattivazione del cilindro posteriore progettata per ridurre il calore del motore e dello scarico quando il motore si surriscalda e la moto è ferma. Così poco calore lì.
Il Roadmaster è inoltre dotato del sistema di infotainment Ride Command altamente funzionale e super facile da usare di Indian e del suo touchscreen da 7 pollici adatto ai guanti, navigazione, Bluetooth e audio gigawatt con quattro altoparlanti. Ha anche un'antenna FM che trovo divertente per il 21 ° secolo.

Di nuovo in viaggio
Dopo alcuni giorni, ho lasciato Barcellona per scendere a sud attraverso la costa mediterranea attraverso la famosa strada panoramica chiamata "El Garraf", una piccola strada tortuosa che ti porta su per le scogliere e le colline nel parco naturale del Garraf.
Questo Roadmaster ha un appetito per le curve grazie al suo telaio in alluminio e al baricentro basso.

Durante il resto del viaggio, ho percorso principalmente strade secondarie godendomi il contorto scenario spagnolo. Queste strade sono una vera delizia perché sono deserte. Per fortuna la maggior parte delle autostrade spagnole sono a pagamento, quindi nessun incentivo per gli automobilisti a cercare alternative, lasciando a noi motociclisti le strade secondarie!
Mi è piaciuto molto l'Indian Roadmaster durante questo viaggio con il suo ride-by-wire e tre modalità di guida (Tour, Standard, Sport). Non ho mai sentito il bisogno di guidare in qualcosa di diverso dalla modalità Sport, che fornisce un'ottima risposta dell'acceleratore sormontata da un sistema audio più profondo ... sempre molto soddisfacente!

Posto caldo
Ho avuto un po 'di caldo verso la fine del viaggio, quindi ho deciso di utilizzare le virtù del nuovo sedile ClimaCommand Rogue. Che tu ci creda o no, puoi sia riscaldare che raffreddare, basta comporre le tue esigenze. Alcuni minuti dopo, sentirai i benefici del controllo della temperatura per il comfort del sedere.

Con le finiture oscurate, quel ruvido aspetto americano e il giusto cromo, il Roadmaster Dark Horse conferisce un atteggiamento moderno ma aggressivo al segmento dei touring premium di Indian Motorcycle.

Se potessi avere una bici per ciascuna delle mie esigenze, la Roadmaster sarebbe sicuramente una delle mie bici da turismo.

Ringraziamenti speciali a: Indian Motorcycles Spagna

Fotografia: Gonzalo Mártin aka enigma

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

Per motivi di sicurezza, è richiesto l'uso del servizio reCAPTCHA di Google, soggetto a Google Informativa sulla Privacy ed Condizioni d'uso.

tag