Devo prenderli tutti!
È la stagione per essere allegri. È quasi Natale e Triumph Motorcycles ha deciso di convincerci che dobbiamo aggiungere un altro regalo alla nostra lista dei desideri. In cima a quella lista che è.
Era un regalo tanto atteso e le voci sono state abbondanti negli ultimi mesi, con foto spia di moto mimetizzate che appaiono a sinistra, a destra e al centro.

Il segmento delle bici da avventura sta probabilmente prendendo la fetta in più rapida crescita della torta motociclistica. Sembra che il mondo intero sia alla ricerca di avventure sia su strada che fuoristrada su due ruote in questi giorni.

Per provvedere a tutti quegli amanti del brivido e a coloro che vogliono solo avere una bici fantastica da guidare, molti produttori stanno attivamente cercando di far crescere la loro quota di mercato delle bici da avventura. Ad EICMA abbiamo anche individuato marchi italiani, famosi per le loro bici da corsa con pedigree, che presentavano moto pronte a portare i loro motociclisti nei luoghi più remoti del nostro pianeta.
Le motociclette Triumph sono presenti nel gioco di avventura da molti anni e nel 2022 rilasceranno non meno di cinque diverse versioni della Tiger.

Più leggero, più forte, migliore
Secondo il produttore, i nuovi modelli sono "sorprendentemente più leggeri e molto più potenti, con maneggevolezza e specifiche ai vertici della categoria, oltre ai vantaggi del nuovo triplo T-plane di Triumph: la nuovissima Tiger 1200 lascia poco all'immaginazione: è costruita essere il motore di avventura di grossa cilindrata più capace, agile e controllabile del pianeta.'

Continuando: 'Come detto, quelle bici da avventura sono una vera delizia in ogni circostanza. Con una trasformazione delle capacità e delle prestazioni sull'asfalto e l'esperienza fuoristrada più dinamica ed esaltante, la nuova generazione riunisce il meglio di tutti i mondi in una nuovissima gamma Tiger.

Per rendere più facili da raggiungere le suddette località remote ci sono ora due nuovissime opzioni Tiger Explorer con serbatoio da 30 litri, in teoria in grado di farti non meno di 600 Km tra un rifornimento e l'altro. Tutti gli altri modelli (la GT standard, la GT Pro e la Rally Pro) contengono solo 20 litri.

innovazioni
Le nuove ed entusiasmanti versioni Explorer del Tiger 1200 sono inoltre dotate di un innovativo sistema di rilevamento degli angoli ciechi per avvisare il pilota di veicoli che potrebbero essere invisibili negli specchietti retrovisori.

Nonostante il fatto che le tigri siano per natura animali solitari, ora c'è un gruppo completamente nuovo di loro che si appartiene insieme; La Tiger 1200 mira a guadagnare trazione in nuovi campi con l'aggiunta delle edizioni GT e Rally della bici da avventura. Inoltre, il modello 2022 sarà disponibile anche nelle nuove versioni Explorer, che vantano serbatoi di carburante da 30 litri a lungo raggio menzionati in precedenza, oltre a kit con specifiche più elevate e materiale tecnico aggiunto.

Nel caso in cui hai perso le tracce; riassumendo tutto c'è una GT più orientata alla pista e la Rally più focalizzata sul fuoristrada. C'è una versione Pro disponibile su entrambi i modelli. Poi c'è la versione Explorer (con un set di valigie come extra principale). Ultimo ma non meno importante, Triumph presenta anche una versione base della GT, completando il gruppo di cinque nuove Tiger liberate allo stato brado.

Motore robusto
La Triumph Tiger 1200 è spinta da una variante da 150 CV del tre cilindri della nuova Speed ​​Triple; con albero motore a T con ordine di accensione irregolare. Questo darà al pilota più coppia nella parte inferiore e più carattere in generale.

Gli ingegneri hanno trovato il modo di aggiungere 9 BHp al mix rispetto all'edizione precedente. Tuttavia, la parola è ora diffusa e Triumph è a caccia di quei fan di GS, come ha affermato molto chiaramente in una dichiarazione sulla Tiger che fornisce 14 CV in più rispetto a "l'altra grande avventura con cardano in questa classe" (..). C'è ancora un po' di lavoro da fare nel reparto coppia. Con 130 Nm a 7,000 giri/min (8 Nm in più rispetto a prima), la Tiger ha ancora una coppia massima inferiore rispetto alla BMW R 1250 GS, che vanta 143 Nm.

Ma il divertimento non è ancora finito. I dietisti sono riusciti a tagliare ben 25 kg dalla Tiger. La macchina snella ora pesa solo 240 kg (pronta per la guida), che è (ci risiamo) significativamente più leggera del peso medio di una GS.

Ciò è in gran parte dovuto all'utilizzo di un telaio in alluminio, che riduce il peso totale con 5.4 kg. Questo include il telaio ausiliario in alluminio imbullonato. Gli ingegneri decidono di aggiungere un doppio forcellone. Ma anche con l'aggiunta di acciaio extra, sono riusciti ad abbassare il peso del totale con altri 1.5 kg.

Impennate e roba del genere
Le versioni GT montano cerchi in alluminio pressofuso da 18 pollici, sia davanti che dietro. Le versioni Rally sono dotate di ruote a raggi tubeless (21 pollici anteriori, 18 pollici posteriori). Per le molle viene utilizzata la Showa, con 200 mm di escursione sulle GT e 220 mm sulla versione Rally. Questi sono semi-attivi su tutte le versioni. La potenza frenante è di Brembo con i monoblocchi Stylema che troviamo anche sulla Rocket. Anche l'ABS ha ricevuto un aggiornamento.

Roba più tecnica
Naturalmente ci sono miglioramenti significativi nel reparto cosmetico. Ma ci sono anche molti miglioramenti tecnici:
• Un doppio radiatore (presente anche sul Tiger 900) che facilita la rimozione dell'aria calda dal motore
• Migliore ergonomia, molto importante per le bici di questo segmento
o sia seduti che durante la guida in posizione eretta.
• Altezza del sedile regolabile (GT: 850-870 mm, Rally: 875-895 mm),
• Un finestrino del pozzetto che può essere regolato (durante la guida) con una sola mano.
• Versioni Explorer dotate di serie di radar punto cieco,
• Manopole e sedili riscaldati
• Sensore pressione pneumatici.
• Un nuovo display TFT da 7″ su tutti i modelli inclusa connettività,
• TC sensibile all'inclinazione migliorato,
o (con sei modalità di guida a seconda del modello
• Nuova illuminazione a LED su tutti i lati con luci diurne e luci di svolta adattive
o Non sulla base GT
• Cambio rapido e Hill Hold aggiornati
o Anche non sulla base GT

Prima reazione
Anche se amiamo il periodo natalizio e guidare una slitta a volte può essere anche piuttosto avventuroso, non sarà mai un sostituto per l'esperienza che otterrai su una bici da avventura di razza.

La Triumph Tiger 1200 è stata abbastanza decente fin dall'inizio, ma con tutti i miglioramenti è diventata una concorrente per il titolo mondiale tanto quanto Max Verstappen in Formula Uno. La BMW è quella da battere e il caldo è acceso.

Speriamo BikeBrewers saranno selezionati per la presentazione ufficiale alla stampa all'inizio del prossimo anno. Non vediamo davvero l'ora di guidare le macchine non appena saranno disponibili e condivideremo un rapporto di prima mano quando lo faremo.

Per ora, continua a sbavare sulle immagini e sogna la tua prossima avventura su due ruote.
Se vuoi fare di più che bagnare la tastiera, rivolgiti a un concessionario Triumph più vicino.

Sappiamo per certo che questo particolare Concessionaria Triumph nei Paesi Bassi sarà lieto di accogliervi.

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

tag

Devo prenderli tutti!
È la stagione per essere allegri. È quasi Natale e Triumph Motorcycles ha deciso di convincerci che dobbiamo aggiungere un altro regalo alla nostra lista dei desideri. In cima a quella lista che è.
Era un regalo tanto atteso e le voci sono state abbondanti negli ultimi mesi, con foto spia di moto mimetizzate che appaiono a sinistra, a destra e al centro.

Il segmento delle bici da avventura sta probabilmente prendendo la fetta in più rapida crescita della torta motociclistica. Sembra che il mondo intero sia alla ricerca di avventure sia su strada che fuoristrada su due ruote in questi giorni.

Per provvedere a tutti quegli amanti del brivido e a coloro che vogliono solo avere una bici fantastica da guidare, molti produttori stanno attivamente cercando di far crescere la loro quota di mercato delle bici da avventura. Ad EICMA abbiamo anche individuato marchi italiani, famosi per le loro bici da corsa con pedigree, che presentavano moto pronte a portare i loro motociclisti nei luoghi più remoti del nostro pianeta.
Le motociclette Triumph sono presenti nel gioco di avventura da molti anni e nel 2022 rilasceranno non meno di cinque diverse versioni della Tiger.

Più leggero, più forte, migliore
Secondo il produttore, i nuovi modelli sono "sorprendentemente più leggeri e molto più potenti, con maneggevolezza e specifiche ai vertici della categoria, oltre ai vantaggi del nuovo triplo T-plane di Triumph: la nuovissima Tiger 1200 lascia poco all'immaginazione: è costruita essere il motore di avventura di grossa cilindrata più capace, agile e controllabile del pianeta.'

Continuando: 'Come detto, quelle bici da avventura sono una vera delizia in ogni circostanza. Con una trasformazione delle capacità e delle prestazioni sull'asfalto e l'esperienza fuoristrada più dinamica ed esaltante, la nuova generazione riunisce il meglio di tutti i mondi in una nuovissima gamma Tiger.

Per rendere più facili da raggiungere le suddette località remote ci sono ora due nuovissime opzioni Tiger Explorer con serbatoio da 30 litri, in teoria in grado di farti non meno di 600 Km tra un rifornimento e l'altro. Tutti gli altri modelli (la GT standard, la GT Pro e la Rally Pro) contengono solo 20 litri.

innovazioni
Le nuove ed entusiasmanti versioni Explorer del Tiger 1200 sono inoltre dotate di un innovativo sistema di rilevamento degli angoli ciechi per avvisare il pilota di veicoli che potrebbero essere invisibili negli specchietti retrovisori.

Nonostante il fatto che le tigri siano per natura animali solitari, ora c'è un gruppo completamente nuovo di loro che si appartiene insieme; La Tiger 1200 mira a guadagnare trazione in nuovi campi con l'aggiunta delle edizioni GT e Rally della bici da avventura. Inoltre, il modello 2022 sarà disponibile anche nelle nuove versioni Explorer, che vantano serbatoi di carburante da 30 litri a lungo raggio menzionati in precedenza, oltre a kit con specifiche più elevate e materiale tecnico aggiunto.

Nel caso in cui hai perso le tracce; riassumendo tutto c'è una GT più orientata alla pista e la Rally più focalizzata sul fuoristrada. C'è una versione Pro disponibile su entrambi i modelli. Poi c'è la versione Explorer (con un set di valigie come extra principale). Ultimo ma non meno importante, Triumph presenta anche una versione base della GT, completando il gruppo di cinque nuove Tiger liberate allo stato brado.

Motore robusto
La Triumph Tiger 1200 è spinta da una variante da 150 CV del tre cilindri della nuova Speed ​​Triple; con albero motore a T con ordine di accensione irregolare. Questo darà al pilota più coppia nella parte inferiore e più carattere in generale.

Gli ingegneri hanno trovato il modo di aggiungere 9 BHp al mix rispetto all'edizione precedente. Tuttavia, la parola è ora diffusa e Triumph è a caccia di quei fan di GS, come ha affermato molto chiaramente in una dichiarazione sulla Tiger che fornisce 14 CV in più rispetto a "l'altra grande avventura con cardano in questa classe" (..). C'è ancora un po' di lavoro da fare nel reparto coppia. Con 130 Nm a 7,000 giri/min (8 Nm in più rispetto a prima), la Tiger ha ancora una coppia massima inferiore rispetto alla BMW R 1250 GS, che vanta 143 Nm.

Ma il divertimento non è ancora finito. I dietisti sono riusciti a tagliare ben 25 kg dalla Tiger. La macchina snella ora pesa solo 240 kg (pronta per la guida), che è (ci risiamo) significativamente più leggera del peso medio di una GS.

Ciò è in gran parte dovuto all'utilizzo di un telaio in alluminio, che riduce il peso totale con 5.4 kg. Questo include il telaio ausiliario in alluminio imbullonato. Gli ingegneri decidono di aggiungere un doppio forcellone. Ma anche con l'aggiunta di acciaio extra, sono riusciti ad abbassare il peso del totale con altri 1.5 kg.

Impennate e roba del genere
Le versioni GT montano cerchi in alluminio pressofuso da 18 pollici, sia davanti che dietro. Le versioni Rally sono dotate di ruote a raggi tubeless (21 pollici anteriori, 18 pollici posteriori). Per le molle viene utilizzata la Showa, con 200 mm di escursione sulle GT e 220 mm sulla versione Rally. Questi sono semi-attivi su tutte le versioni. La potenza frenante è di Brembo con i monoblocchi Stylema che troviamo anche sulla Rocket. Anche l'ABS ha ricevuto un aggiornamento.

Roba più tecnica
Naturalmente ci sono miglioramenti significativi nel reparto cosmetico. Ma ci sono anche molti miglioramenti tecnici:
• Un doppio radiatore (presente anche sul Tiger 900) che facilita la rimozione dell'aria calda dal motore
• Migliore ergonomia, molto importante per le bici di questo segmento
o sia seduti che durante la guida in posizione eretta.
• Altezza del sedile regolabile (GT: 850-870 mm, Rally: 875-895 mm),
• Un finestrino del pozzetto che può essere regolato (durante la guida) con una sola mano.
• Versioni Explorer dotate di serie di radar punto cieco,
• Manopole e sedili riscaldati
• Sensore pressione pneumatici.
• Un nuovo display TFT da 7″ su tutti i modelli inclusa connettività,
• TC sensibile all'inclinazione migliorato,
o (con sei modalità di guida a seconda del modello
• Nuova illuminazione a LED su tutti i lati con luci diurne e luci di svolta adattive
o Non sulla base GT
• Cambio rapido e Hill Hold aggiornati
o Anche non sulla base GT

Prima reazione
Anche se amiamo il periodo natalizio e guidare una slitta a volte può essere anche piuttosto avventuroso, non sarà mai un sostituto per l'esperienza che otterrai su una bici da avventura di razza.

La Triumph Tiger 1200 è stata abbastanza decente fin dall'inizio, ma con tutti i miglioramenti è diventata una concorrente per il titolo mondiale tanto quanto Max Verstappen in Formula Uno. La BMW è quella da battere e il caldo è acceso.

Speriamo BikeBrewers saranno selezionati per la presentazione ufficiale alla stampa all'inizio del prossimo anno. Non vediamo davvero l'ora di guidare le macchine non appena saranno disponibili e condivideremo un rapporto di prima mano quando lo faremo.

Per ora, continua a sbavare sulle immagini e sogna la tua prossima avventura su due ruote.
Se vuoi fare di più che bagnare la tastiera, rivolgiti a un concessionario Triumph più vicino.

Sappiamo per certo che questo particolare Concessionaria Triumph nei Paesi Bassi sarà lieto di accogliervi.

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

tag