Storia della Dakar

Molto prima che la BMW guadagnasse popolarità come arma preferita dai motociclisti d'avventura, grazie alle scappatelle di Ewan McGregor e Charley Boorman e alla loro serie Long Way, la BMW aveva già una reputazione per la costruzione di moto d'avventura a prova di proiettile. Ha avuto tutto a che fare con la storia del rally Dakar dell'azienda, dove tutto è iniziato con la R80G/S nel 1980. La BMW è stata una forza con cui fare i conti negli anni '1980 fino alla fine degli anni '1990. La R80GS è cresciuto nella R100GS, che alla fine si è trasformata nella R1100GS; che era una moto completamente diversa rispetto a quelle precedenti.

Avventurieri scegliere

Quando la R1100GS fu introdotta per la prima volta nel 1994, aveva un aspetto un po' strano, soprattutto a causa del famoso "becco". In combinazione con le sospensioni Telelever anteriori proprietarie di BMW, molte persone hanno impiegato un po' di tempo per abituarsi. Tuttavia, la BMW ha costruito una macchina dual-sport estremamente capace, che ha portato innumerevoli viaggiatori in tutto il mondo. Era anche estremamente popolare come pendolare e bici da turismo. C'è un motivo per cui vedi così tante BMW GS quando viaggi in Europa. Sono comodi, potenti, a basso consumo di carburante, affidabili e, soprattutto, senza problemi. Non importa dove ti trovi in ​​Europa, BMW può procurarti qualsiasi pezzo di ricambio di cui hai bisogno, entro 3 giorni lavorativi. E di solito sono più veloci di così.

Straordinario

Il che ci porta all'argomento in questione: la BMW R1100GS. Trasformare qualcosa di così sacro come una GS in qualcosa di più aggressivo e unico non è un'impresa facile. Fortunatamente, conosciamo un paio di ragazzi che non si tirano mai indietro davanti a una sfida. Difatti, Moto Adone davvero il coraggio di fare le cose in modo diverso. Come il Honda Monkey hanno costruito per Rusty Stitches. Questa particolare BMW R1100 era di proprietà di Job Leussink, co-fondatore di Moto Adonis. Lo ha venduto a un cliente, che in seguito ha deciso di volerlo costruire in qualcosa di speciale e straordinario. È stato fatto uno schizzo e, dopo l'approvazione, la smerigliatrice angolare è stata messa al lavoro.

Il proprietario ha dato il pieno controllo agli artigiani di Moto Adonis e aveva solo una dura condizione: una panca piatta. Raggiungere questo obiettivo sulla GS significava rimuovere il telaio ausiliario di fabbrica e fabbricarne uno nuovo da zero. Il sedile è stato realizzato su misura da Tappezzeria Miller Kustom e rifinito in una lussuosa pelle marrone. Il serbatoio del carburante ha un aspetto massiccio ed è il fulcro di questo progetto. È un'unità unica costruita internamente da Moto Adonis. È grande, audace e fa sembrare la BMW cattiva da morire. Per completare il look aggressivo, è stato fabbricato uno scarico 2 in 1 personalizzato da Scarichi MAD, rifinito con uno speciale rivestimento nero. Un paio di parafanghi su misura sono stati costruiti per abbinarsi al resto della bici. Le ruote BMW originali sono state mantenute e hanno ricevuto una nuova mano di vernice nera e alcune gomme Bridgestone aggressive.

Diavolo nei dettagli

All'inizio potrebbe non sembrare così, ma ci sono un sacco di dettagli su questo particolare progetto. C'è il tappo del carburante a vite che sembra molto elegante. Il faro scrambler, le manopole Biltwell, gli ammortizzatori YSS e il piccolo tachimetro digitale per gentile concessione di Acewell aggiungono quel tanto di sapore al mix. Le linee dei freni in treccia d'acciaio garantiscono una potenza frenante sufficiente. Tutte queste parti funzionano molto bene insieme. In combinazione con le parti metalliche oscurate, il serbatoio del carburante verde e il sedile in pelle marrone, questa BMW R1100GS si è trasformata in un vero toccasana. Lo odi o lo ami, sicuramente non sarai in grado di distogliere lo sguardo da esso!

Dettagli del costruttore:
Moto Adone
Sito web
Instagram
Facebook

By Pubblicato il: 19 novembre 2022Categorie: Avventura, Scrambler Commenti su The Mastodont – BMW R1100GS di Moto AdonisTag: , , , , , , 3.7 min lettoVisualizzazioni: 709

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Adnane Bensala

Adnane Bensalah è un appassionato di moto di prim'ordine. Da quando, all'età di 13 anni, ha recuperato con il fratello una Gilera Citta fuori uso, il suo amore per i veicoli a due ruote con motore a combustione non ha fatto che crescere. Da quel giorno in poi, guidare e girare in motocicletta è tutto ciò a cui riesce a pensare. Dopo aver conseguito una laurea in ingegneria aerospaziale, Adnane ha finito per lavorare per un'importante compagnia petrolifera e del gas. Questo gli ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e incontrare persone di ogni estrazione sociale. Adnane ama interagire con le persone e ama ancora di più condividere le sue esperienze. Adnane si definisce un "motociclista" invece di "motociclista", perché pensa che suoni stravagante. Ha posseduto più di una dozzina di motociclette in diverse categorie, ma la sua vera passione sono le moto retrò, le café racer e le scrambler. La filosofia di Adnane è che qualsiasi moto può essere considerata perfetta, tutto dipende dalle dimensioni del tuo sorriso quando la guidi. Avendo lavorato lui stesso su molte moto, Adnane è un vero autodidatta e si è formato come meccanico. “Chiunque può smontare un motore, ma rimontarlo in condizioni di funzionamento è questo che fa la differenza.” Forse è per questo che gli piace scrivere di costruzioni di biciclette e delle persone dietro di loro. Adnane possiede una Moto Guzzi V7 Special per un giro quotidiano, una Royal Enfield Classic 500 che è stata messa a punto per correre.

Lascia un commento

tag

Storia della Dakar

Molto prima che la BMW guadagnasse popolarità come arma preferita dai motociclisti d'avventura, grazie alle scappatelle di Ewan McGregor e Charley Boorman e alla loro serie Long Way, la BMW aveva già una reputazione per la costruzione di moto d'avventura a prova di proiettile. Ha avuto tutto a che fare con la storia del rally Dakar dell'azienda, dove tutto è iniziato con la R80G/S nel 1980. La BMW è stata una forza con cui fare i conti negli anni '1980 fino alla fine degli anni '1990. La R80GS è cresciuto nella R100GS, che alla fine si è trasformata nella R1100GS; che era una moto completamente diversa rispetto a quelle precedenti.

Avventurieri scegliere

Quando la R1100GS fu introdotta per la prima volta nel 1994, aveva un aspetto un po' strano, soprattutto a causa del famoso "becco". In combinazione con le sospensioni Telelever anteriori proprietarie di BMW, molte persone hanno impiegato un po' di tempo per abituarsi. Tuttavia, la BMW ha costruito una macchina dual-sport estremamente capace, che ha portato innumerevoli viaggiatori in tutto il mondo. Era anche estremamente popolare come pendolare e bici da turismo. C'è un motivo per cui vedi così tante BMW GS quando viaggi in Europa. Sono comodi, potenti, a basso consumo di carburante, affidabili e, soprattutto, senza problemi. Non importa dove ti trovi in ​​Europa, BMW può procurarti qualsiasi pezzo di ricambio di cui hai bisogno, entro 3 giorni lavorativi. E di solito sono più veloci di così.

Straordinario

Il che ci porta all'argomento in questione: la BMW R1100GS. Trasformare qualcosa di così sacro come una GS in qualcosa di più aggressivo e unico non è un'impresa facile. Fortunatamente, conosciamo un paio di ragazzi che non si tirano mai indietro davanti a una sfida. Difatti, Moto Adone davvero il coraggio di fare le cose in modo diverso. Come il Honda Monkey hanno costruito per Rusty Stitches. Questa particolare BMW R1100 era di proprietà di Job Leussink, co-fondatore di Moto Adonis. Lo ha venduto a un cliente, che in seguito ha deciso di volerlo costruire in qualcosa di speciale e straordinario. È stato fatto uno schizzo e, dopo l'approvazione, la smerigliatrice angolare è stata messa al lavoro.

Il proprietario ha dato il pieno controllo agli artigiani di Moto Adonis e aveva solo una dura condizione: una panca piatta. Raggiungere questo obiettivo sulla GS significava rimuovere il telaio ausiliario di fabbrica e fabbricarne uno nuovo da zero. Il sedile è stato realizzato su misura da Tappezzeria Miller Kustom e rifinito in una lussuosa pelle marrone. Il serbatoio del carburante ha un aspetto massiccio ed è il fulcro di questo progetto. È un'unità unica costruita internamente da Moto Adonis. È grande, audace e fa sembrare la BMW cattiva da morire. Per completare il look aggressivo, è stato fabbricato uno scarico 2 in 1 personalizzato da Scarichi MAD, rifinito con uno speciale rivestimento nero. Un paio di parafanghi su misura sono stati costruiti per abbinarsi al resto della bici. Le ruote BMW originali sono state mantenute e hanno ricevuto una nuova mano di vernice nera e alcune gomme Bridgestone aggressive.

Diavolo nei dettagli

All'inizio potrebbe non sembrare così, ma ci sono un sacco di dettagli su questo particolare progetto. C'è il tappo del carburante a vite che sembra molto elegante. Il faro scrambler, le manopole Biltwell, gli ammortizzatori YSS e il piccolo tachimetro digitale per gentile concessione di Acewell aggiungono quel tanto di sapore al mix. Le linee dei freni in treccia d'acciaio garantiscono una potenza frenante sufficiente. Tutte queste parti funzionano molto bene insieme. In combinazione con le parti metalliche oscurate, il serbatoio del carburante verde e il sedile in pelle marrone, questa BMW R1100GS si è trasformata in un vero toccasana. Lo odi o lo ami, sicuramente non sarai in grado di distogliere lo sguardo da esso!

Dettagli del costruttore:
Moto Adone
Sito web
Instagram
Facebook

By Pubblicato il: 19 novembre 2022Categorie: Avventura, Scrambler Commenti su The Mastodont – BMW R1100GS di Moto AdonisTag: , , , , , , 3.7 min lettoVisualizzazioni: 709

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Adnane Bensala

Adnane Bensalah è un appassionato di moto di prim'ordine. Da quando, all'età di 13 anni, ha recuperato con il fratello una Gilera Citta fuori uso, il suo amore per i veicoli a due ruote con motore a combustione non ha fatto che crescere. Da quel giorno in poi, guidare e girare in motocicletta è tutto ciò a cui riesce a pensare. Dopo aver conseguito una laurea in ingegneria aerospaziale, Adnane ha finito per lavorare per un'importante compagnia petrolifera e del gas. Questo gli ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e incontrare persone di ogni estrazione sociale. Adnane ama interagire con le persone e ama ancora di più condividere le sue esperienze. Adnane si definisce un "motociclista" invece di "motociclista", perché pensa che suoni stravagante. Ha posseduto più di una dozzina di motociclette in diverse categorie, ma la sua vera passione sono le moto retrò, le café racer e le scrambler. La filosofia di Adnane è che qualsiasi moto può essere considerata perfetta, tutto dipende dalle dimensioni del tuo sorriso quando la guidi. Avendo lavorato lui stesso su molte moto, Adnane è un vero autodidatta e si è formato come meccanico. “Chiunque può smontare un motore, ma rimontarlo in condizioni di funzionamento è questo che fa la differenza.” Forse è per questo che gli piace scrivere di costruzioni di biciclette e delle persone dietro di loro. Adnane possiede una Moto Guzzi V7 Special per un giro quotidiano, una Royal Enfield Classic 500 che è stata messa a punto per correre.

Lascia un commento

tag