La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-20-2

Sì, è vero: non esiste una BMW R168. Ma questa creazione proprio qui merita il suo numero di modello. Questo pezzo d'arte è stato costruito dai ragazzi di Kacerwagen dalla Spagna, forse te li ricordi dal radicale Aprilia RSV1000 Cafè Racer Sono apparso nell'aprile di quest'anno.

Questa “BMW R168” è il risultato di un progetto commissionato da uno dei loro clienti. “È arrivato con una vecchia BMW R100RS da modificare, ma senza un'idea chiara. Quindi ho lasciato che la mia mente giocasse con questo incarico di carta bianca. Dopo un momento di ispirazione, ho pensato di trasformare questa moto in qualcosa di elegante, come la BMW R68 ”. Considerando il fatto che si tratta di biciclette che provengono da altri pianeti, questa è stata una vera sfida. Il risultato è semplicemente sbalorditivo… Che macchina straordinaria considerando che questa era una R100RS piuttosto sportiva. Sembra proprio che sia appena uscito dalla fabbrica nei primi anni '50.

Allora, da dove cominciare? Fammi solo riassumere alcune delle caratteristiche e delle modifiche. A un livello dettagliato, l'elenco è letteralmente infinito ...

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-25-2BMW R168

Vorrei provare a metterlo tutto in una breve descrizione. Il telaio doveva essere modificato pesantemente. La parte che tiene il motore in posizione è rimasta originale, ma la parte posteriore completa è completamente costruita da zero per ottenere un vero e proprio assetto classico con ammortizzatori dritti e sedile sospeso. Gli ammortizzatori sono Hagons con un alloggiamento personalizzato. Il sedile è completamente personalizzato in quanto chiaramente ispirato alla R68. Il mozzo della ruota posteriore proviene da una R1150RT con cerchio e raggi custom (18 ″). Il parafango posteriore in realtà proviene da una vecchia R68, proprio come quella davanti. Dovevano essere modificati per adattarsi al telaio.

La sospensione anteriore proviene da una Honda CBR900 e presenta doppio disco freno e tubi freno in acciaio e una moderna pompa freno di Tecnologia Kustom (sì, questa bici si ferma davvero quando si tira la leva del freno!). Anche il mozzo è di una R1150RT con cerchio e raggi personalizzati. Insieme alla Firestone Champion Deluxe, la bici assume un vero look vintage.

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-30-2

Proprio come i freni, la bici racchiude una tecnologia più moderna: il sistema elettronico è alimentato da un Unità M MotoGadget, per mantenere il cablaggio pulito, semplice e affidabile. Anche il tachimetro vintage è di MotoGadget ed è magnificamente integrato nel faro anteriore, proprio come le BMW vintage. Da MotoGadget arrivano anche gli indicatori di direzione, integrati nel manubrio (dischi MBlaze) e nei pulsanti di comando. Anche quel manubrio è realizzato su misura e, insieme al triplo albero personalizzato, la bici ha un'altra caratteristica dall'aspetto vintage.

BMW R168 (2)

Se dai una buona occhiata a tutti i dettagli trattati in questo progetto, il motore non può essere lasciato indietro. Quindi oltre ad un'accurata pulizia e spazzolatura, ha ottenuto un controllo completo, insieme a nuovi cuscinetti e guarnizioni. L'aria entra attraverso un unico enorme filtro K&N con una bellissima copertura cromata. "Non mi piaceva il pezzo di plastica dell'originale R100, quindi questo pezzo è stato costruito per servirlo dotandolo di un filtro con coperture cromate nello stile dei carburatori delle auto classiche". Lo scarico custom dà un'altra dimensione alla moto; tubi splendidamente cromati con una coda di pesce.

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-37

E poi quella tavolozza di colori! Questo gli conferisce davvero una finitura perfetta: verde muschio, bianco argenteo e dettagli dorati. Perfetto secondo me! Penso che sia impossibile coprire tutte le modifiche di questo vasto progetto e credo che sia anche un po 'inutile; costruzioni come questa sono rare e meritano un posto speciale. Sono contento di aver avuto la possibilità di presentare questo qui su BikeBrewers.

Non sorprende che questa moto abbia ottenuto qualche riconoscimento: il direttore del design di BMW Motorrad, Edgar Heinrich, ha assegnato a Kacerwagen il premio per la "migliore moto custom" nel BMW Heritage Custom Project.

Vorrei solo avere un bellissimo incrociatore come questo nel mio capanno ...

Segui Kacerwagen:

Web | Facebook

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-12-2

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-43La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-40La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-32La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-49 La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-51 La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-31

By Pubblicato il: 29 novembre 2017Categorie: Cafe Racer Commenti su BMW “R168” di KacerwagenTag: , 4 min lettoVisualizzazioni: 811

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

tag

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-20-2

Sì, è vero: non esiste una BMW R168. Ma questa creazione proprio qui merita il suo numero di modello. Questo pezzo d'arte è stato costruito dai ragazzi di Kacerwagen dalla Spagna, forse te li ricordi dal radicale Aprilia RSV1000 Cafè Racer Sono apparso nell'aprile di quest'anno.

Questa “BMW R168” è il risultato di un progetto commissionato da uno dei loro clienti. “È arrivato con una vecchia BMW R100RS da modificare, ma senza un'idea chiara. Quindi ho lasciato che la mia mente giocasse con questo incarico di carta bianca. Dopo un momento di ispirazione, ho pensato di trasformare questa moto in qualcosa di elegante, come la BMW R68 ”. Considerando il fatto che si tratta di biciclette che provengono da altri pianeti, questa è stata una vera sfida. Il risultato è semplicemente sbalorditivo… Che macchina straordinaria considerando che questa era una R100RS piuttosto sportiva. Sembra proprio che sia appena uscito dalla fabbrica nei primi anni '50.

Allora, da dove cominciare? Fammi solo riassumere alcune delle caratteristiche e delle modifiche. A un livello dettagliato, l'elenco è letteralmente infinito ...

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-25-2BMW R168

Vorrei provare a metterlo tutto in una breve descrizione. Il telaio doveva essere modificato pesantemente. La parte che tiene il motore in posizione è rimasta originale, ma la parte posteriore completa è completamente costruita da zero per ottenere un vero e proprio assetto classico con ammortizzatori dritti e sedile sospeso. Gli ammortizzatori sono Hagons con un alloggiamento personalizzato. Il sedile è completamente personalizzato in quanto chiaramente ispirato alla R68. Il mozzo della ruota posteriore proviene da una R1150RT con cerchio e raggi custom (18 ″). Il parafango posteriore in realtà proviene da una vecchia R68, proprio come quella davanti. Dovevano essere modificati per adattarsi al telaio.

La sospensione anteriore proviene da una Honda CBR900 e presenta doppio disco freno e tubi freno in acciaio e una moderna pompa freno di Tecnologia Kustom (sì, questa bici si ferma davvero quando si tira la leva del freno!). Anche il mozzo è di una R1150RT con cerchio e raggi personalizzati. Insieme alla Firestone Champion Deluxe, la bici assume un vero look vintage.

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-30-2

Proprio come i freni, la bici racchiude una tecnologia più moderna: il sistema elettronico è alimentato da un Unità M MotoGadget, per mantenere il cablaggio pulito, semplice e affidabile. Anche il tachimetro vintage è di MotoGadget ed è magnificamente integrato nel faro anteriore, proprio come le BMW vintage. Da MotoGadget arrivano anche gli indicatori di direzione, integrati nel manubrio (dischi MBlaze) e nei pulsanti di comando. Anche quel manubrio è realizzato su misura e, insieme al triplo albero personalizzato, la bici ha un'altra caratteristica dall'aspetto vintage.

BMW R168 (2)

Se dai una buona occhiata a tutti i dettagli trattati in questo progetto, il motore non può essere lasciato indietro. Quindi oltre ad un'accurata pulizia e spazzolatura, ha ottenuto un controllo completo, insieme a nuovi cuscinetti e guarnizioni. L'aria entra attraverso un unico enorme filtro K&N con una bellissima copertura cromata. "Non mi piaceva il pezzo di plastica dell'originale R100, quindi questo pezzo è stato costruito per servirlo dotandolo di un filtro con coperture cromate nello stile dei carburatori delle auto classiche". Lo scarico custom dà un'altra dimensione alla moto; tubi splendidamente cromati con una coda di pesce.

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-37

E poi quella tavolozza di colori! Questo gli conferisce davvero una finitura perfetta: verde muschio, bianco argenteo e dettagli dorati. Perfetto secondo me! Penso che sia impossibile coprire tutte le modifiche di questo vasto progetto e credo che sia anche un po 'inutile; costruzioni come questa sono rare e meritano un posto speciale. Sono contento di aver avuto la possibilità di presentare questo qui su BikeBrewers.

Non sorprende che questa moto abbia ottenuto qualche riconoscimento: il direttore del design di BMW Motorrad, Edgar Heinrich, ha assegnato a Kacerwagen il premio per la "migliore moto custom" nel BMW Heritage Custom Project.

Vorrei solo avere un bellissimo incrociatore come questo nel mio capanno ...

Segui Kacerwagen:

Web | Facebook

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-12-2

La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-43La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-40La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-32La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-49 La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-51 La-Vasca-BMW-Alexandra-Pin-up-la-Rabida-31

By Pubblicato il: 29 novembre 2017Categorie: Cafe Racer Commenti su BMW “R168” di KacerwagenTag: , 4 min lettoVisualizzazioni: 811

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Ron Betista

Ron Betist è cresciuto con le motociclette con un padre a capo delle forze di polizia motociclistiche di Amsterdam. Guida (legalmente) da oltre 40 anni e le moto sono la sua vera passione. Con una lunga carriera nel marketing e nelle vendite, ha una vasta rete internazionale. È entrato a far parte di BikeBrewers nel 2017 per diffondere la sua parola sulle biciclette con il resto del mondo.

Lascia un commento

tag