Stiamo iniziando un nuovo elemento qui a BikeBrewers, dove diamo uno sguardo più da vicino alle persone che costruiscono le motociclette invece di concentrarci su 1 bici specifica, la chiamiamo: Bike Builder Profile. E per la primissima edizione di Bike Builder Profile, abbiamo un candidato molto speciale dai Paesi Bassi: Moto Rebuild

Potresti aver incontrato alcune motociclette personalizzate BMW serie R molto belle su Internet o Instagram. Il dinamico duo padre e figlio, Mari e Maarten Bressers, è al centro della Moto Rebuild con sede nei Paesi Bassi. Abbiamo posto a Maarten alcune domande sulla loro attività, ecco cosa aveva da dire.

BB: Come e / o perché sei entrato in moto?
MR: Mio padre mi ha reso dipendente, guida motociclette da oltre 40 anni e spesso mi ha raccontato storie sulle sue avventure quando ha fatto un viaggio su strada. Finché un giorno ho voluto prendere la patente da solo e ho sempre sognato di costruire una BMW scrambler. I nuovi sono troppo costosi, quindi cosa fai quando c'è un prezzo elevato? Costruiscilo da solo!

BB: Quando hai iniziato a pedalare (illegalmente o legalmente)?
MR: Nel 2014, dopo aver preso la patente, già possedevo la mia prima moto, una BMW R1100GS, quindi non ho potuto resistere a farla un giro di tanto in tanto ... In effetti, io e mio padre (Maarten ) ha iniziato a convertire la BMW prima ancora che avessi la patente!

BB: Dalla R1100GS, quali altre moto hai avuto?
MR: Ho posseduto e modificato un certo numero di moto, ma principalmente boxer Honda e BMW:
1981 Honda CB400N, 1980 Honda CX500, 1981 BMW R80RT, 1979 BMW R100RS, 1993 BMW R80R e 1985 BMW R80RT

BB: Quale di quelle bici riporta i ricordi più belli?
MR: Penso che sia una delle ultime 2 motociclette che ho posseduto, entrambe BMW R80. Questo perché li ho posseduti più a lungo e li ho guidati più di qualsiasi altra bici che ho avuto. Ora che pedaliamo anche più spesso e l'estate si avvicina, possiamo incontrare più persone. Le bici sono sempre un interessante punto di discussione con i compagni motociclisti, ma dà sempre un grande senso di soddisfazione.

BB: Diresti di avere una preferenza per il marchio? E perché?
MR: Assolutamente, Boxer BMW. Il motivo è il modo in cui la bici vibra e trema quando è al minimo. Ha un carattere davvero carino, molto vecchia scuola.

BB: Preferisci cavalcare o strappare?
MR: Entrambi! Il nostro obiettivo è sempre stato quello di convertire le motociclette per noi stessi e che possiamo godercele da soli. Se iniziamo a sentire la voglia di costruire di nuovo, vendiamo la bici che abbiamo e ne compriamo un'altra da modificare. Questa è la principale differenza tra noi e la maggior parte degli altri costruttori personalizzati.

BB: Cosa ti piacerebbe realizzare come costruttore?
MR: Voglio che siamo un'ispirazione per gli altri, ciclisti, costruttori e non motociclisti. Ecco perché al momento lavoriamo per stabilire la nostra presenza su Instagram. Ma sicuramente essere un'ispirazione per gli altri che sognano di costruire la propria moto.

BB: Con un budget illimitato, che tipo di moto costruiresti?
MR: Penso che continuerei a fare quello che stiamo già facendo. Non si tratta di quanti soldi ci metti, riguarda la visione e il numero di ore di lavoro e amore che ci metti. L'obiettivo dovrebbe essere sempre quello di mettere in mostra le caratteristiche originali della bici.

BB: Una delle tue ultime versioni di moto è la BMW R80R. Ci puoi raccontare qualcosa di più su questa bici?
MR: Ho avuto la R80R per un po 'di tempo e ho deciso che era pronta per un nuovo restyling. Mi piacerebbe pensare che questo modello abbia tutti gli ingredienti per creare una fantastica moto custom. Avevo un'idea chiara di come volevo che fosse la moto. Inoltre, aveva già ruote a raggi di filo, che adoro. Ha un mono ammortizzatore al posteriore dove potremmo saldare una sella flottante, per dare un tocco più futuristico. La mia ispirazione è venuta dal fatto che non volevo che una vecchia motocicletta sembrasse e sembrasse vecchia.

BB: Hai affrontato difficoltà durante la costruzione?
MR: Ci sono state alcune sfide minori. Il rivestimento delle ruote mi ha richiesto la maggior parte del tempo. Lavoro insieme a mio padre sulle moto, facciamo la maggior parte del lavoro insieme. Oltre al lavoro elettrico, facciamo la maggior parte delle cose da soli. Alcuni dei cambiamenti notevoli che abbiamo apportato sono lo scambio del serbatoio e il parafango anteriore. Finiscono davvero la moto.

BB: Quindi, ora per la domanda più importante di tutte: come va?
MR: Va come una tipica BMW: vero. Gestisce bene, l'erogazione di potenza e la coppia sono fluide e suona fenomenale.

Crediti fotografici: Maarten Bressers

Dettagli del costruttore:
Ricostruzione moto
Instagram

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Adnane Bensala

Adnane Bensalah è un appassionato di moto di prim'ordine. Da quando, all'età di 13 anni, ha recuperato con il fratello una Gilera Citta fuori uso, il suo amore per i veicoli a due ruote con motore a combustione non ha fatto che crescere. Da quel giorno in poi, guidare e girare in motocicletta è tutto ciò a cui riesce a pensare. Dopo aver conseguito una laurea in ingegneria aerospaziale, Adnane ha finito per lavorare per un'importante compagnia petrolifera e del gas. Questo gli ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e incontrare persone di ogni estrazione sociale. Adnane ama interagire con le persone e ama ancora di più condividere le sue esperienze. Adnane si definisce un "motociclista" invece di "motociclista", perché pensa che suoni stravagante. Ha posseduto più di una dozzina di motociclette in diverse categorie, ma la sua vera passione sono le moto retrò, le café racer e le scrambler. La filosofia di Adnane è che qualsiasi moto può essere considerata perfetta, tutto dipende dalle dimensioni del tuo sorriso quando la guidi. Avendo lavorato lui stesso su molte moto, Adnane è un vero autodidatta e si è formato come meccanico. “Chiunque può smontare un motore, ma rimontarlo in condizioni di funzionamento è questo che fa la differenza.” Forse è per questo che gli piace scrivere di costruzioni di biciclette e delle persone dietro di loro. Adnane possiede una Moto Guzzi V7 Special per un giro quotidiano, una Royal Enfield Classic 500 che è stata messa a punto per correre.

Lascia un commento

tag

Stiamo iniziando un nuovo elemento qui a BikeBrewers, dove diamo uno sguardo più da vicino alle persone che costruiscono le motociclette invece di concentrarci su 1 bici specifica, la chiamiamo: Bike Builder Profile. E per la primissima edizione di Bike Builder Profile, abbiamo un candidato molto speciale dai Paesi Bassi: Moto Rebuild

Potresti aver incontrato alcune motociclette personalizzate BMW serie R molto belle su Internet o Instagram. Il dinamico duo padre e figlio, Mari e Maarten Bressers, è al centro della Moto Rebuild con sede nei Paesi Bassi. Abbiamo posto a Maarten alcune domande sulla loro attività, ecco cosa aveva da dire.

BB: Come e / o perché sei entrato in moto?
MR: Mio padre mi ha reso dipendente, guida motociclette da oltre 40 anni e spesso mi ha raccontato storie sulle sue avventure quando ha fatto un viaggio su strada. Finché un giorno ho voluto prendere la patente da solo e ho sempre sognato di costruire una BMW scrambler. I nuovi sono troppo costosi, quindi cosa fai quando c'è un prezzo elevato? Costruiscilo da solo!

BB: Quando hai iniziato a pedalare (illegalmente o legalmente)?
MR: Nel 2014, dopo aver preso la patente, già possedevo la mia prima moto, una BMW R1100GS, quindi non ho potuto resistere a farla un giro di tanto in tanto ... In effetti, io e mio padre (Maarten ) ha iniziato a convertire la BMW prima ancora che avessi la patente!

BB: Dalla R1100GS, quali altre moto hai avuto?
MR: Ho posseduto e modificato un certo numero di moto, ma principalmente boxer Honda e BMW:
1981 Honda CB400N, 1980 Honda CX500, 1981 BMW R80RT, 1979 BMW R100RS, 1993 BMW R80R e 1985 BMW R80RT

BB: Quale di quelle bici riporta i ricordi più belli?
MR: Penso che sia una delle ultime 2 motociclette che ho posseduto, entrambe BMW R80. Questo perché li ho posseduti più a lungo e li ho guidati più di qualsiasi altra bici che ho avuto. Ora che pedaliamo anche più spesso e l'estate si avvicina, possiamo incontrare più persone. Le bici sono sempre un interessante punto di discussione con i compagni motociclisti, ma dà sempre un grande senso di soddisfazione.

BB: Diresti di avere una preferenza per il marchio? E perché?
MR: Assolutamente, Boxer BMW. Il motivo è il modo in cui la bici vibra e trema quando è al minimo. Ha un carattere davvero carino, molto vecchia scuola.

BB: Preferisci cavalcare o strappare?
MR: Entrambi! Il nostro obiettivo è sempre stato quello di convertire le motociclette per noi stessi e che possiamo godercele da soli. Se iniziamo a sentire la voglia di costruire di nuovo, vendiamo la bici che abbiamo e ne compriamo un'altra da modificare. Questa è la principale differenza tra noi e la maggior parte degli altri costruttori personalizzati.

BB: Cosa ti piacerebbe realizzare come costruttore?
MR: Voglio che siamo un'ispirazione per gli altri, ciclisti, costruttori e non motociclisti. Ecco perché al momento lavoriamo per stabilire la nostra presenza su Instagram. Ma sicuramente essere un'ispirazione per gli altri che sognano di costruire la propria moto.

BB: Con un budget illimitato, che tipo di moto costruiresti?
MR: Penso che continuerei a fare quello che stiamo già facendo. Non si tratta di quanti soldi ci metti, riguarda la visione e il numero di ore di lavoro e amore che ci metti. L'obiettivo dovrebbe essere sempre quello di mettere in mostra le caratteristiche originali della bici.

BB: Una delle tue ultime versioni di moto è la BMW R80R. Ci puoi raccontare qualcosa di più su questa bici?
MR: Ho avuto la R80R per un po 'di tempo e ho deciso che era pronta per un nuovo restyling. Mi piacerebbe pensare che questo modello abbia tutti gli ingredienti per creare una fantastica moto custom. Avevo un'idea chiara di come volevo che fosse la moto. Inoltre, aveva già ruote a raggi di filo, che adoro. Ha un mono ammortizzatore al posteriore dove potremmo saldare una sella flottante, per dare un tocco più futuristico. La mia ispirazione è venuta dal fatto che non volevo che una vecchia motocicletta sembrasse e sembrasse vecchia.

BB: Hai affrontato difficoltà durante la costruzione?
MR: Ci sono state alcune sfide minori. Il rivestimento delle ruote mi ha richiesto la maggior parte del tempo. Lavoro insieme a mio padre sulle moto, facciamo la maggior parte del lavoro insieme. Oltre al lavoro elettrico, facciamo la maggior parte delle cose da soli. Alcuni dei cambiamenti notevoli che abbiamo apportato sono lo scambio del serbatoio e il parafango anteriore. Finiscono davvero la moto.

BB: Quindi, ora per la domanda più importante di tutte: come va?
MR: Va come una tipica BMW: vero. Gestisce bene, l'erogazione di potenza e la coppia sono fluide e suona fenomenale.

Crediti fotografici: Maarten Bressers

Dettagli del costruttore:
Ricostruzione moto
Instagram

Condividi questa storia, scegliere la piattaforma!

Circa l'autore: Adnane Bensala

Adnane Bensalah è un appassionato di moto di prim'ordine. Da quando, all'età di 13 anni, ha recuperato con il fratello una Gilera Citta fuori uso, il suo amore per i veicoli a due ruote con motore a combustione non ha fatto che crescere. Da quel giorno in poi, guidare e girare in motocicletta è tutto ciò a cui riesce a pensare. Dopo aver conseguito una laurea in ingegneria aerospaziale, Adnane ha finito per lavorare per un'importante compagnia petrolifera e del gas. Questo gli ha permesso di viaggiare in tutto il mondo e incontrare persone di ogni estrazione sociale. Adnane ama interagire con le persone e ama ancora di più condividere le sue esperienze. Adnane si definisce un "motociclista" invece di "motociclista", perché pensa che suoni stravagante. Ha posseduto più di una dozzina di motociclette in diverse categorie, ma la sua vera passione sono le moto retrò, le café racer e le scrambler. La filosofia di Adnane è che qualsiasi moto può essere considerata perfetta, tutto dipende dalle dimensioni del tuo sorriso quando la guidi. Avendo lavorato lui stesso su molte moto, Adnane è un vero autodidatta e si è formato come meccanico. “Chiunque può smontare un motore, ma rimontarlo in condizioni di funzionamento è questo che fa la differenza.” Forse è per questo che gli piace scrivere di costruzioni di biciclette e delle persone dietro di loro. Adnane possiede una Moto Guzzi V7 Special per un giro quotidiano, una Royal Enfield Classic 500 che è stata messa a punto per correre.

Lascia un commento

tag